Pubblicazioni

Obamacare repeal fallimento annunciato:

February 11 2017
Image

Obamacare repeal fallimento annunciato: con il voto decisivo del senatore McCain il senato è riuscito a far affondare il terzo disegno di riforma sanitaria. McConnel ha dichiarato che è arrivato il momento per la maggioranza al senato di procedere oltre, aprendo alla collaborazione con i democratici successivamente alla approvazione della riforma fiscale. La débacle per il partito è evidente, e il presidente ha reagito violentemente questa mattina, affermando che adesso i democratici e i tre repubblicani saranno responsabili della implosione della riforma Obama.

Trump

Nonostante la furia di questa affermazione, è necessario sottolineare che su questo fronte è tutto in mano alla Casa Bianca. LObamacare infatti prevede un sistema di condivisione dei rischi assicurativi per le famiglie poco al di sopra del tasso di povertà non eleggibili per il programma Medicare. Attraverso sussidi finanziari, direttamente dalla Casa Bianca, si garantisce a queste famiglie laccessibilità ai mercati assicurativi statali. Il congresso repubblicano ha sempre definito la decisione della Casa Bianca illegittimae lamministrazione Trump potrebbe dar seguito a questa posizione decidendo di terminare il programma. Lincertezza attuale ha già fatto uscire dal mercato di alcune contee tutti gli assicuratori disponibili e non è chiaro cosa deciderà il Presidente.

Web-link 2017-07-28 VOX - Trump reacts to Senate health care bill’s defeat_ “Let Obamacare implode... Watch!”
Web-link 2017-07-28 The Hill - McConnell 'Time to move on' after healthcare defeat

Lagenda deve andare avanti, ma in che direzione?

Debt Ceiling: il rialzo del tetto del debito è sicuramente la misura più urgente. Il Segretario al Tesoro Mnuchin ha affermato giovedì che in caso di mancato accordo sul tetto del debito prima della fine di settembre / inizio ottobre, il governo non avrebbe intenzione di dare priorità al pagamento degli interessi del debito per evitare un default tecnico. In sostanza con questa dichiarazione ha ribadito che sarebbe opportuno per il congresso approvare la decisione il prima possibile. Per ora non si profilano allorizzonte scontri tra maggioranza e opposizione. È probabile che in caso di mancato accordo sulla riforma fiscale tra lala moderata e lala conservatrice del GOP, i repubblicani da soli non saranno in grado di approvare il provvedimento e la collaborazione dei colleghi democratici sarà necessaria.

1

Political bulletin | 28 luglio 2017

Web-link 2017-07-27 Washington Examiner - Mnuchin_ No plans to prioritize federal payments if debt ceiling isn't raised

Tax reform percorso politico in salita: sarà loggetto principale di dibattito nei prossimi due mesi, e per portare finalmente qualcosa a casa i repubblicani devono far sì che il provvedimento sia:

  • -  In termini temporali, non temporaneo, in modo da far accelerare significativamente tasso di crescita e soddisfare le aspettative della campagna elettorale;

  • -  In termini di bilancio pubblico budget neutral, altrimenti lala destra del partito non darà il suo supporto;

  • -  In termini procedurali-parlamentari, presentato attraverso un disegno comune al senato, alla camera e supportato dal governo, in modo da evitare il disastro registrato dalla Obamacare.

    I primi due requisiti evidenziano il legame forte che il provvedimento ha con la Budget Resolution, che in sostanza è una lettera di intenti istituzionalizzata a cui il parlamento allega le leggi di bilancio vere e proprie. Per motivi regolamentari, senza Budget Resolution non è possibile far passare i provvedimenti con la procedura della riconciliazione, che richiede una maggioranza semplice 51/100 al senato.

    Perciò viene da chiedersi, a che punto è la Budget Resolution? Il provvedimento deve essere approvato da entrambe le camere e, nel caso in cui non ci dovesse essere accordo sulle linee fondamentali, il parlamento può sempre approvare una risoluzione fittizia, così da bypassare i limiti procedurali sopra descritti. Il punto è che sul fronte della House of Representatives, la risoluzione non è stata messa in calendario questa settimana, e sarà votata alla camera al ritorno dalle ferie (indicativamente non nella prima settimana di ritorno dalle ferie, che sarà densa di eventi). Il motivo di questo ritardo è legato allo scontro diretto tra il Freedom Caucus, favorevole a tagli alla spesa radicali e tagli alle tasse, e il Tuesday Group, gruppo centrato moderato che ha cominciato ad adottare una linea più ferma nei confronti della leadership repubblicana e che non vuole che i tagli alla spesa danneggino le classi più deboli.

    Web-link 2017-07-27 POLITICO - Pity Paul Ryan_ Moderates adopt Freedom Caucus tactics Web-link 2017-07-24 The Hill - Budget resolution missing from House agenda

    Per quanto riguarda il terzo punto, la leadership ha cercato di dare un buon segnale questo giovedì, con la pubblicazione di un joint statement con il quale politicamente si impegnano a dar seguito alle promesse fiscali. Lunico problema di questa dichiarazione è che manca di qualsiasi tipo di dettaglio.

    La coperta è abbastanza corta e un eventuale scontro di partito, simile a quello già osservato con la riforma sanitaria, rischia di annichilire il disegno ancor prima che sia approvato. Inoltre, non è chiaro dove il partito andrà a trovare i soldi necessari a coprire il taglio delle tasse, soprattutto ora che la Border Adjustment Tax è definitivamente uscita dal dibattito politico.

    Web-link 2017-07-27 Washington Examiner - Congress abandons border adjustment

2

Political bulletin | 28 luglio 2017

Tax reform contenuti:

  • -  il taglio delle tasse sulle imprese è sicuramente il punto centrale del

    provvedimento. Laliquota passerà dal 35% al 20% o 25% circa. Secondo il segretario al tesoro, il 70% dei benefici andrebbero ai lavoratori delle imprese, di diversa opinione è la CBO, secondo cui la percentuale è ribaltata, 70% dei benefici agli azionisti. La stessa istituzione ha stimato che ha pagare circa metà della tassa attuale siano individui appartenenti al top 1% della popolazione. Costo stimato su 10 anni: $2.3 trilioni.

  • -  Semplificazione delle aliquote fiscali individuali, tre fasce al 33%, 25% e 12%. Non sono stati specificati i livelli di reddito cui verrebbero applicate. Costo massimo stimato $2 trilioni.

  • -  Creazione di una tassa speciale sui business pass through vicina alla tassa corporate, che attualmente pagano le tasse attraverso il canale della income tax. Anche questo provvedimento andrà a beneficiare le tasche delle fasce più ricche della popolazione. Costo stimato $2 trilioni.

  • -  Estate Tax, non nominata nel joint statement, riguarda una decina di migliaia di contribuenti allanno con patrimoni superiori agli $11 milioni, che pagano una tassa pari al 40% del patrimonio. Costo stimato $240 miliardi. Improbabile che sarà implementata.

    Questi tre provvedimenti da soli costano allo stato circa $ 6.54 trilioni, è evidente quindi che non si potrà far tutto. Indicativamente parte delle risorse possono essere così recuperate:

  • -  Leliminazione dei tax breaks settoriali delle imprese $272 miliardi

  • -  Eliminazione di alcune detrazioni (tasse locali o spesa per i mutui) sulle tasse individuali. Ad oggi a beneficiarne sono gli individui più ricchi, e se fossero eliminate gli stati oggi democratici ne sarebbero danneggiati maggiormente. Garantirebbe al

    bilancio federale introiti maggiori per $ 1.5 trilioni. Altamente improbabile

    Motivo per cui, nellattuale scenario politico risulta difficile credere che la riforma fiscale rispetterà tutte le aspettative formatesi negli ultimi mesi. Paul Ryan ha dichiarato che senza riforma non è possibile raggiungere il tasso di crescita del 3% annunciato da Trump. Rimane da chiarire come una riforma fiscale che vad 

NEXT

Debt Ceiling successo (?) per la Casa Bianca